lunedì 21 maggio 2018

'O Stablmend: presentazione cancellata

Comunichiamo che la presentazione del volume "'O Stablmend", in programma il 25 maggio prossimo presso la Biblioteca Comunale "Vito Sansonetti" di Mottola (Via Salvo D'Acquisto, 69), non si terrà a causa di improrogabili impegni sopraggiunti dell'autore Tonio Vinci.

Ci scusiamo per l'inconveniente e segnaliamo che disponiamo ancora di copie cartacee del numero speciale della rivista "Nuvolette" (la copertina la vedete sotto) e che saranno rese disponibili gratuitamente, a partire da venerdì prossimo, presso la Biblioteca comunale.
Chi è interessato può rivolgersi direttamente alla biblioteca negli orari di apertura.
Dal lunedì al venerdì: 9:00 - 13:00 ; il martedì e giovedì: 16:00 - 18:00


venerdì 11 maggio 2018

André Dupin a Mottola: indagine archiviata

L'indagine mottolese di Andrè Dupin ha lasciato il segno.





foto Ludovica Rota

Appuntamento a venerdì 25 maggio (stessa ora, stesso luogo) con Tonio Vinci e il suo 'O Stablmend.

venerdì 4 maggio 2018

Il Detective e l'Operaio


Dal numero unico di Nuvolette dell'Aprile 2018:

Due Taranto a confronto. Gli Anni Cinquanta e i Duemila. Andrè e Michele. Un detective privato e un operaio siderurgico. Due volumi a fumetti :“Le indagini di Andrè Dupin” e “’O Stablmend”.
Quando Dupin, squattrinato investigatore privato franco-tarantino, si aggira nella Taranto del dopoguerra a caccia di clienti con la sua assistente Agata, l’Ilva (anzi, l’Italsider) era ancora un progetto. Michele, invece, nella Taranto attuale, all’Ilva ci lavora. Lui è un operaio addetto al treno nastri. È fidanzato con Paola, figlia di un notabile tarantino, che gli rinfaccia in ogni maniera il suo essere indirettamente complice dell’industria (’o stablmend) che ha inquinato Taranto e ha “tradito” i tarantini condannandoli a dover scegliere tra lavoro e salute. Andare via o restare? È l’eterno dilemma.
La rassegna PAROLEDIVALORE ci dà l’occasione di confrontare due periodi storici di Taranto. Due vite, due personaggi, due fumetti che raccontano due realtà molto distanti tra loro, sia temporalmente che idealmente.

SCARICA QUI IL PDF DI NUVOLETTE SPECIALE (APRILE 2018)


venerdì 27 aprile 2018

Eccoci qua... ancora una volta



Dall'editoriale di Nuvolette (la rivista) edizione straordinaria dell'Aprile 2018:

Nuvolette è tornata (ancora una volta).
In questi anni, in realtà, non ha mai smesso di esistere, poiché in molti ci hanno seguito sulle pagine del settimanale “Extra Magazine” con l’omonima rubrica, che ha accompagnato gli appassionati di fumetti, dal settembre del 2008 fino al marzo scorso. In questa primavera 2018, dopo il numero speciale del 2014 (con la mostra “Chitarre & Nuvolette” e i premi “alla carriera”, “artista dell’anno” e “l’esordio” consegnati a Ivo Pavone, Alessandro Vitti e Gianfranco Vitti), Nuvolette ritorna ancora una volta ad essere una rivista a tutti gli effetti.
In quasi dieci anni, Nuvolette (la rubrica), ospite di “Extra”, vi ha informato su tutto quello che accadeva nel mondo del fumetto e, in particolare, in quello tarantino. Nel 2017 ha festeggiato con un concorso (con, in palio, tavole originali e fumetti introvabili) i 35 anni di Martin Mystére. Ha proposto anche alcuni fumetti inediti “monotavola”, realizzati apposta per “Extra” da Walter Trono, Gianfranco Vitti, Gabriele Benefico, Piero Angelini e Squaz.
Un grandissimo successo! Nonostante ciò, la collaborazione tra il settimanale martinese e Nuvolette si è interrotta bruscamente per un’incomprensione con la direzione del giornale su questioni di grafica ed impaginazione. Peccato!

Venerdì prossimo potrete scaricare la versione PDF e vi sveleremo altri particolari sul ritorno di Nuvolette (la rivista)...

venerdì 30 marzo 2018

“Matera, coi Sassi nel cuore” ancora disponibile in edicola



Il dodicesimo volume della collana Midi Fumetti per il Sud è ancora disponibile nelle edicole a soli 5 euro. È un fumetto da non perdere assolutamente, come -del resto- tutti quelli della collana realizzata apposta per i 130 anni della Gazzetta del Mezzogiorno

Avete preso il dodicesimo volume della collana MiDi Fumetti per il Sud, che vi abbiamo segnalato due settimane fa? No?! Beh, se non lo avete fatto, siete ancora in tempo: “Matera, coi Sassi nel cuore” sarà disponibile nelle edicole di Puglia e Basilicata fino all’ottava di Pasqua. E all’incredibile prezzo di 5 euro (sennò, da maggio, in libreria, lo pagate il doppio!).
Per invogliarvi nell’acquisto vi riportiamo una vignetta che riguarda Pasolini, che ha girato proprio nei Sassi e nella Murgia tarantina il suo “Vangelo secondo Matteo”.



Questo è l’ultimo post di Nuvolette. Ad aprile ci prendiamo una pausa.
Ci sono molte cose che bollono in pentola: tra cui una rivista e un premio che ritorna.
Non vi diciamo di più, tra un mese esatto verranno svelati i primi particolari.
A presto

venerdì 23 marzo 2018

I 70 di Tex Willer



DANTE SPADA (foto Ludovica Rota)


Creato nel 1948 da Gianluigi Bonelli e Aurelio Galleppini, è il più longevo personaggio del fumetto italiano. Tra gli autori che hanno avuto l’onore (e l’onere) di incrociare la sua strada c’è anche il castellanetano Dante Spada. Esce proprio in questi giorni la ristampa dell’unica storia da lui realizzata


Si legge sul sito dell’editore Bonelli: «Creato nel 1948 dallo sceneggiatore Gianluigi Bonelli e dal disegnatore Aurelio Galleppini (Galep), Tex Willer, pubblicato ininterrottamente da settant’anni, è il più longevo personaggio del fumetto italiano e uno dei più duraturi del fumetto mondiale. Grintoso, ironico, antirazzista e nemico di ogni ingiustizia, per gli indiani Navajo è Aquila della Notte, saggio capo bianco e fratello di ogni uomo rosso. Per i bianchi è l’agente indiano della riserva Navajo e un ranger dalla mira infallibile. Per i fuorilegge che hanno la sventura di incrociare la sua pista è l’incubo peggiore. Raddrizzatore di torti e dispensatore di giustizia, Tex può contare sull’aiuto dei suoi pards: l’anziano e burbero Kit Carson, il fiero Navajo Tiger Jack e il figlio Kit. Con il tempo sulle pagine di Tex si alternano le migliori firme del fumetto italiano, mentre si moltiplicano le iniziative volte a celebrare il personaggio, oggetto di licensing, mostre, incontri, volumi di critica e fumettografie, testi di saggistica. Nel 1985 è la volta della versione cinematografica: Rai Tre produce “Tex e il signore degli abissi”, diretto da Duccio Tessari e interpretato da Giuliano Gemma. La serie è tradotta in tutta Europa e in numerosi altri Paesi, ne esistono versioni anche in lingua ebraica e tamil».
Tra i disegnatori di Tex c’è anche il castellanetano Dante Spada. Nato nel 1960, sin da bambino coltiva la sua passione per il disegno ed è affascinato soprattutto dai supereroi Marvel, pubblicati in Italia, a partire dal 1970, dall’editore Andrea Corno. Nel 1993 espone alla rassegna Expo Comics di Bari. Alfredo Castelli gli propone di realizzare il primo numero della serie Storie da Altrove per la Bonelli. È l’inizio di una lunga collaborazione. Agli esordi si firma con il suo nome completo, Dante Erasmo Spada. Disegna per Zona X, Storie da Altrove, Martin Mystère Gigante, Tex, L’Almanacco del Mistero 2012 e Le Storie. Nel 2002 riceve dall’Anafi di Reggio Emilia, il Premio “Albertarelli”. Oggi vive e lavora a Gioia del Colle.
Proprio in questi giorni, ristampata sulla collana “Tutto Tex”, potete leggere (o rileggere) l’unica storia di Aquila della Notte da lui disegnata, apparsa sui numeri 563 (“Spedizione in Messico”) e 564 (“Rurales!”, da domani in edicola) .
Noi di “Nuvolette” i 70 anni di Tex li festeggiamo così!